trapunta-Il-giardino-della-nonna_7

Il giardino della nonna

In uno dei miei primi post avevo parlato del nuovo progetto per realizzare la trapunta ” il giardino della nonna” che è formata da esagoni disposti a formare dei fiori. Il procedimento è lunghissimo, e non solo perchè è comunque da cucire a mano: si tratta di ritagliare su carta ogni esagono (più di 1000), di ritagliare su stoffa gli esagoni che comprendano il margine di cucitura (per fortuna c’è una apposita macchinetta), di puntare con gli spilli la sagoma di carta alla stoffa, di imbastire il margine di cucitura alla sagoma di carta e infine di cucire tra loro 7 esagoni a formare un fiore, altri 12 a formare il secondo giro della corolla e infine di legare tutti i fiori con un giro di esagoni che può essere verde o bianco o del colore che si vuole.
Alla fine però il risultato può non piacere, come è successo a me.
Così, ma solo perchè forse non sono normale, ho disfato punto per punto tutto il lavoro fino alla fase iniziale del primo giro di petali e ora sto provando a rimontare il tutto con fiori più piccoli e in modo da realizzare più un mazzo di fiori che un giardino: perciò alcuni fiori si vedranno solo in parte e altri saranno formati da un solo esagono. In evidenza vi mostro la prima realizzazione che non mi piaceva e sotto l’abbozzo del nuovo progetto. Alla fine comunque ne farò un tappeto per il tavolo del giardino.

trapunta-Il-giardino-della-nonna_8