Archivio della categoria: Trapunte

trapunta-2014_008_01

Un caldo Natale

E’ passato molto tempo dall’ultimo post, ma sono stata letteralmente assorbita dalla preparazione dei regali di Natale perchè quest’anno mi ero ripromessa di fare trapunte per tutti, gli amici, si intende! Le potete vedere nell’archivio: quest’anno ho privilegiato il tessuto batik sia per le infinite sfumature di colore che per l’effetto che si ottiene anche con una composizione semplice e casuale come quella dei quadrati.

Per Sara e Michele, la mia futura nuora e mio figlio, ho invece optato per semplici tovagliette e un runner, tutti sull’azzurro perchè Sara ha una cucina con le piastrelle di quel colore: ho realizzato anche una serie di mug rug: sono specie di sottotazze della misura cm. 25 x 25.

I miei regali sono piaciuti, ma anch’io ne ho ricevuti di graditissimi. il grembiule  che vedete sotto, un abbonamento ad una rivista di patchwork, un set di piatti per formaggi francesi ( che mi piacciono moltissimo!) un buono sostanzioso per l’acquisto di stoffe e un sacco di stoffe stupende per le quali ho già predisposto progetti che mi elettrizzano: sono di nuovo pronta per rimettermi al lavoro.

tovaglietta-021 tovaglietta-019_01


trapunta-2014_003_03

Trapunta nuova per una vecchia amica

Una vecchia amica ha bisogno di essere “tirata su di morale” e anche di non dimenticarsi di me: insomma, ha bisogno di una trapunta allegra sia al dritto che al rovescio.
Una dedica mi sembra necessaria.

 

trapunta-2014_003_05trapunta-2014_003_04trapunta-2014_003_02

trapunta-Il-giardino-della-nonna_7

Il giardino della nonna

In uno dei miei primi post avevo parlato del nuovo progetto per realizzare la trapunta ” il giardino della nonna” che è formata da esagoni disposti a formare dei fiori. Il procedimento è lunghissimo, e non solo perchè è comunque da cucire a mano: si tratta di ritagliare su carta ogni esagono (più di 1000), di ritagliare su stoffa gli esagoni che comprendano il margine di cucitura (per fortuna c’è una apposita macchinetta), di puntare con gli spilli la sagoma di carta alla stoffa, di imbastire il margine di cucitura alla sagoma di carta e infine di cucire tra loro 7 esagoni a formare un fiore, altri 12 a formare il secondo giro della corolla e infine di legare tutti i fiori con un giro di esagoni che può essere verde o bianco o del colore che si vuole.
Alla fine però il risultato può non piacere, come è successo a me.
Così, ma solo perchè forse non sono normale, ho disfato punto per punto tutto il lavoro fino alla fase iniziale del primo giro di petali e ora sto provando a rimontare il tutto con fiori più piccoli e in modo da realizzare più un mazzo di fiori che un giardino: perciò alcuni fiori si vedranno solo in parte e altri saranno formati da un solo esagono. In evidenza vi mostro la prima realizzazione che non mi piaceva e sotto l’abbozzo del nuovo progetto. Alla fine comunque ne farò un tappeto per il tavolo del giardino.

trapunta-Il-giardino-della-nonna_8

trapunta-2014_010_01

Ferragosto

Per ferragosto è ormai consuetudine fare un pranzo in giardino (tempo permettendo) con le mie cognate e le loro famiglie. Dovete sapere che anche loro sono appassionate di patchwork, pittura su legno, lavorazione del ferro e tutto ciò che riguarda la manualità e la creatività. Perciò mi sono data da fare e, per quanto si stia poco in casa, metterò però sui miei divani due nuove trapunte. Era giusto l’alibi che mi serviva per fare ciò che più mi piace.

trapunta-2014_009trapunta-2014_010_02

trapunta_2014_002_01

Progetti progetti

Passate le feste e gli impegni, finalmente sono libera di fare quello che più mi piace: trapunte. Alcune le potete vedere nell’archivio.
Quelle che vi faccio vedere ora sono realizzate su schemi di Kaffe Fassett e utilizzano ancora avanzi di trapunte come potete verificare guardando l’archivio.
Le misure dipendono naturalmente dalla quantità della stoffa, ma con i bordi si può allungare o allargare la trapunta, portandola almeno a coprire lo specchio del letto matrimoniale: è quella che io chiamo la trapunta di rinforzo e nella mezza stagione o quando incominciano a spegnere il riscaldamento noi la usiamo spessissimo, anche perchè a volte sono io, a volte è mio marito ad essere più feddoloso.
Non c’è niente di più accogliente di una trapunta fatta apposta per te.

trapunta_2014_002_02trapunta_2013_013_02trapunta_2013_013_01

trapunta_2013_009_01

Regali di Natale

Adesso potete vedere la trapunta blu per Mariangela e le soluzioni che ho trovato per utilizzare gli avanzi:
a Portomantovano, nella bottega del patchwork, ho cercato altri batik che si potessero coordinare con i miei avanzi per realizzare un’altra trapunta, che ho destinato a Sara, ma naturalmente ho avuto nuovi avanzi e questa volta il giro è finito perchè ho utilizzato proprio solo tutto quello che mi era rimasto, scegliendo come modulo dei quadrati il minimo comune multiplo (anche la matematica studiata alle medie torna utile nel patchwork!) rispetto ai pezzi di stoffa che avevo: il risultato, nella foto 3, è piuttosto soddisfacente e come trapunta da divano ha le misure giuste, perchè l’ho già sperimentata.

trapunta_2013_014_01trapunta_2013_014_02trapunta_2013_010_01

trapunta 2013.008.01

Autunno

Dopo i lavori estivi e la delusione della trapunta con gli esagoni, che risulta troppo vivace e poco armonica, (del resto l’ho messa in stand-by), ho scelto uno schema sicuro, di Kaffe Fassett, sulle tonalità del blu.
L’idea era di cominciare a preparare i regali di Natale, ma la trapunta, alla fine, mi è piaciuta troppo e,come potete vedere, l’ho già messa sul mio divano.
Niente paura perchè tra qualche giorno sarà pronta la prossima trapunta blu.
Questa volta non voglio affezionarmi e di sicuro sarà il primo regalo pronto per Natale.
Nel frattempo sto cercando soluzioni per gestire gli avanzi delle trapunta che a volte sono davvero tanti.
Qualcuno ha qualche idea?
Fatevi vivi e mandatemi una mail.


trapunta 2013.007.02

Sono soddisfatta!

La trapunta degli gnomi é finita, ma va allargata per poter essere messa sul divano in verticale.
La soluzione non é stata facile, ma il risultato mi é piaciuto: 280 casette piccolissime con porte e finestre e qualche albero.
Che ve ne pare?


trapunta 2013.007.03

Estate

Mi aspettavo un’estate tranquilla, invece alcune amiche mi hanno commissionato diversi libri così dovrò darmi da fare perché nel frattempo ho deciso di mettere in lavorazione una trapunta fatta di pannelli con piccolo gnomi.
Il progetto originario prevedeva l’uso del biadesivo, ma io non lo ritengo uno strumento valido perchè non sono sicura che il lavoro così confezionato reggerà lo stress dei lavaggi in lavatrice.
Inoltre a me piace realizzare delle figure un po’ tridimensionali, imbottite, con capelli e treccine di lana . Vi faccio vedere la prima realizzata.


trapunta "Il giardino della nonna" 01

Nuovo progetto

Da giorni il mio cervello era in ebollizione per un nuovo progetto: realizzare “Il giardino della nonna”, la trapunta cucita a mano e formata da esagoni disposti a fiore.
Per il mio compleanno mio marito mi aveva regalato “Go”, la macchinetta per l’accuquilt: quale miglior occasione per metterla alla prova!

Nelle foto allegate trovate gli attrezzi del mestiere e le fasi di lavoro illustrate, ma se qualcuno vuole chiarimenti può mandarmi una mail a cantoni.carla@lafantasiacorresulfilo.it.

trapunta-il-giardino-della-nonna_02trapunta-il-giardino-della-nonna_03trapunta-il-giardino-della-nonna_04trapunta-il-giardino-della-nonna_05